top of page
  • Immagine del redattoreMichele Faggiano

Limar Etna+Mips con occhiali Kosmos

Ciao a tutti.

Nelle ultime settimane abbiamo usato il casco con protezione PROXEAR di Limar destinato al trail riding impegnativo e all'enduro.... e le sorprese sono state interessanti.

casco da mountain bike Limar Etna e occhiali Ksomos

Limar ci ha inviato, circa un mese fa, alcuni modelli della loro linea di caschi e occhiali per la mountain bike; nello specifico il modello Tonale accoppiato all'occhiale Horus e il modello Etna con occhiale Kosmos. Entrambi i caschi sono dotati si sistema Mips.

Dell'ultima accoppiata casco-occhiali vogliamo parlarvi più dettagliatamente per diverse motivi che riteniamo particolarmente interessanti.


Il casco Etna condivide con il modello Tonale la stessa calotta principale ma a questa, nel caso di questo modelllo, è stato aggiunto il sistema PROXEAR, una struttura inferiore, solidale con la parte superiore e composta da due importanti costolature che circondano le orecchie con lo scopo di proteggere il fianco del capo insieme all’articolazione temporomandibolare da cadute accidentali.

L’identità di caschi come l’Etna è spesso di difficile valutazione: essi si pongono tra una moderno jet aperto da trail e un "full face" leggero da enduro senza trovare un'identità propria.

casco Limar Etna + Mips in colore Moustard
La struttura PROXEAR è solidale alla calotta e forma un'unità robusta quanto leggera.

L’ambivalenza di questi tipi di caschi è spesso un fattore di indecisione per l’utente finale non avendo punti di forza sufficienti a sostituire nè uno nè l'altro.

Non è il caso dell'Etna disponibile in 5 colorazioni “matte” cioè opache e decisamente stilose (fattore non poco conto ad essere sinceri).

Quali saranno le frecce al suo arco per uscire dall'anonimato?

Ve lo spieghiamo subito.


ll casco Etna in taglia M pesa 450gr e in taglia L 500gr; questo valore è vicinissimo al peso di un comune casco jet aperto e al di sotto del suo noto omologo di casa Fox, il Dropframe che in taglia M pesa 520 gr.

La leggerezza è considerevole e, casco alla mano, a qualcuno potrebbe venire in mente che insieme al peso, si sia proporzionalmente ridotta anche la sicurezza.

Invece il secondo piacevole riscontro è relativo alla complessiva ottima fattura: le finiture, i materiali e il casco nella sua complessità sono di fascia alta così come le dotazioni di cui è arricchito.

biker che indossa un casco Limar Etna
Le generose aperture superiori e posteriori contribuiscono all'eccezionale aerazione dell'Etna

Un'altro fattore estremamente positivo, che si riscontra solo con l'uso, è il livello di aerazione che il casco è in grado di offrire.

L’Etna ha due lunghe e sottili prese d’aria nella parte frontale, otto sulla parte superiore e 5 nella parte inferiore e alcune di esse sono di grande superficie proporzionale alla loro efficienza.

Abbiamo ricevuto il casco all’inizio di Ottobre con temperature praticamente estive e abbiamo avuto modo di indossarlo per diversi giorni sia in Toscana che in Liguria apprezzando l’efficienza dell’aerazione che è praticamente identica a quella di un casco aperto per uso all mountain.

casco da mountain bike Limar Etna
Indossare un paio di occhiali con questi tipi di caschi non è semplice. Con l'Etna questo problema è risolto. La chiusura FIDLOCK inoltre facilita la chiusura e l'apertura anche con una sola mano..

Valutati i due fattori appena considerati, il peso e l’aerazione, l’Etna non va più considerato come una scelta intermedia tra un leggero full face da enduro e un casco aperto ma può diventare un sostituto di quest’ultimo per tutti quei rider che girano su trails piuttosto tecnici e apprezzano la sicurezza aggiuntiva che questo tipo di casco offre senza, in questo caso, dover pagare il prezzo di un peso aggiuntivo o di un casco poco areato.


Anche la scelta dell’occhiale, che spesso è problematica con un casco che protegge le orecchie, non lo è in questo caso: gli occhiali Kosmos si inseriscono tra l’imbottitura della calotta superiore e le due guancette laterali (fornite in due diverse misure per una migliore personalizzazione) in materiale anallergico e facilmente rimovibili per il lavaggio.


Ciò letto finora è quello che maggiormente ci ha colpiti ma le features di cui gode questo casco italiano non sono finite.

interno casco da mountain bike Limar Etna con sistema MIPS
Le imbottiture nascondo la struttura reticolare del sistema Mips. un grado di sicurezza in più rispetto ai caschi tradizionali. Sul retro il sistema AIR FIT ECO SYSTEM facilita la personalizzazione del casco

Il modello in nostro possesso è equipaggiato di sistema MIPS ossia, per chi ancora non lo conoscesse, di una ulteriore struttura reticolare a forma di calotta che si interpone tra la testa e la calotta principale; essa non è completamente solidale con la calotta principale del casco in modo da avere alcuni gradi di libertà rispetto ad essa. Ciò permette alla struttura complessiva di dissipare le forze di rotazione in maniera più efficiente rispetto ad un casco tradizionale.


Altra dotazione molto comoda e funzionale è sistema di chiusura FIDLOCK che consiste in una chiusura magnetica molto semplice da aprire e chiudere anche con una sola mano.

biker con casco Limar Etna e mascherina Ariete 8K
L'accoppiata con le mascherine è agevole, anche con quelle di più ampio campo visivo come la 8K di Ariete.

Come già detto il casco Etna è offerto in due taglie: la taglia M che copre le circonferenze craniche da 53 a 57cm e la taglia L che va da 57 a 61.

Una volta individuata la taglia corretta il sistema AIR FIT EVO SYSTEM permette, attraverso 5 diverse posizioni di trovare la propria personalizzazione utilizzando la rotella posteriore per serrare più o meno il casco.

Avrei preferito una rotella in materiale gommoso oppure con zigrinature più profonde perchè una volta indossati i guanti l’operazione non è complessa ma meno immediata di quanto io desideri.


Per quanto riguarda gli occhiali proposti e pensati per questo casco, i Kosmos, essi vengono venduti sia con lenti specchiate in policarbonato UV400 che hanno però il pregio di non essere troppo scure in ambienti molto ombreggiati oppure in giornate nuvolose pur essendo specificatamente pensate per giornate soleggiate. Scegliendo questo tipo di lente si possono scegliere diversi colori di montatura e si riceve di dotazione una seconda lente completamente chiara di categoria 0.

occhiale Limar Kosmos
Le lenti specchiate in policarbonato hanno un aspetto molto "cool" e fanno un ottimo lavoro in molte situazioni dalla luce variabile.

La lente fotocromatica è invece disponibile solo con la montatura nera opaca. Essa ha un ottimo range di variazione che passa dalla categoria 3 alla categoria 0 ed è veramente polivalente e si adatta velocemente ai cambiamenti di luce.

Le grosse aperture superiori e inferiori lasciamo circolare l'aria senza infastidire l'occhio.

Molti fruitori di questo casco probabilmente faranno anche uso di mascherine: la sagoma dell'Etna è in grado di ospitare senza particolari problemi anche le mascherine con angolo di visuale più ampio, l'abbiamo testato per diversi giorni sui trails di Finale Ligure in accoppiata alla mascherina 8K di Ariete con buon feeling.


Per concludere vediamo i prezzi: il casco Etna+Mips costa 189,95€, un prezzo in linea con altri caschi di egual qualità.

Gli occhiali Kosmos con lente specchiata costano 109,95€ mentre quelli con lente fotocromatica 144,95€.

Se qualcuno di voi fosse già in ansia per i regali di Natale vi consiglio di appuntarvelo come idea per qualche biker, ...soprattutto se il biker siete voi!













87 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page